Comune di Rubiera

Zanzara tigre

Ordinanza comunale  relativa alla lotta contro la zanzara tigre (in allegato)
Riproduzione
La zanzara tigre si riproduce deponendo le uova in piccole raccolte di acqua stagnante: sottovasi, tombini, bidoni, copertoni usati e altri contenitori in cui si deposita l’acqua. Qualsiasi contenitore artificiale, anche piccolo come un barattolo, può far nascere decine e decine di zanzare e diventare un focolaio d’infezione.  Le uova sono deposte all’asciutto, poco sopra il livello dell’acqua. Quando in seguito a pioggia o annaffiatura l’acqua le sommerge, queste si schiudono, escono le larve che in 7 giorni diventano adulte e si alzano in volo.

 La lotta
E’ più facile ed efficace colpire le zanzare tigre quando sono ancora delle larve concentrate nei ristagni, anzichè quando ormai si sono trasformate in insetti alati liberi di disperdersi ovunque!
I trattamenti insetticidi tradizionali sulla vegetazione, fatti per colpire le zanzare allo stadio adulto non sono efficaci per contenere l’infestazione!
Elimina l’acqua stagnante da qualsiasi tipo di recipiente!
- sottovasi dei fiori
- innaffiatoi,
- fusti per l’orto
- altri oggetti che possono trattenere l’acqua piovana
 N.B. Le zanzare tigre non volano molto lontano, perciò, se le trovi numerose nel tuo giardino, vuol dire che lì vicino (nel raggio di poche decine di metri) ci sono ristagni d’acqua che le fanno nascere e proliferare!

L’impegno dei cittadini
E’ indispensabile che tutti i cittadini diventino consapevoli del proprio ruolo nel combattere e prevenire la diffusione della zanzara tigre. Infatti, la riduzione dei focolai di riproduzione dipende dal comportamento di ognuno di noi.
Attenzione quindi a:
Sottovasi
È l’oggetto più amato dalla zanzara tigre, il focolaio più adatto alla sua riproduzione. Evitate di usarli se potete, e comunque evitate che l’acqua vi ristagni. 
- Pneumatici
Coloro che per qualsiasi ragione posseggono pneumatici devono fare particolare attenzione affinché non si formino piccole raccolte di acqua al loro interno. Sarà utile stoccare gli pneumatici a piramide, aver cura di lasciarli asciutti e coprirli per evitare che l’acqua piovana vi ristagni. I pneumatici privi di copertura devono essere disinfestati con periodicità quindicinale. 
- Irrigatoi, tombini, barattoli, bacinelle, ecc.
Oltre ai sottovasi ai pneumatici, le larve di zanzara tigre si trovano nei tombini, in barattoli, lattine, bacinelle, depositi e contenitori per l’irrigazione degli orti e dei fiori, innaffiatoi, fogli di naylon, buste di plastica, ecc.
Serve una particolare cura nel non lasciare mai contenitori e recipienti abbandonati, né oggetti che permettano il ristagno delle piccole raccolte d’acqua. È necessario programmare disinfestazioni periodiche nelle aree di proprietà privata entro le quali le squadre di disinfestazione comunali non possono intervenire. 
- Vasche e fontane ornamentali
Aver cura di fare regolari manutenzioni delle vasche e delle fontane ornamentali accertandosi che non ci siano perdite di acqua nell’impianto. È anche opportuno introdurre pesci larvivori: i comuni pesci rossi. 
- Cimiteri
I vasetti dei fiori in cui l’acqua rimane per giorni sono ottimi focolai di riproduzione. Quindi anche nei cimiteri bisogna sforzarsi di ricordare alcune regole: non lasciare vasetti inutilizzati, usare argilla espansa o sabbia ove possibile, cambiare frequentemente l’acqua dei vasi con fiori freschi.

Prodotti con cui combattere la zanzara tigre
Tratta periodicamente i ristagni d’acqua dei tombini della tua area cortiliva  con un prodotto insetticida specifico che agisce uccidendo le larve (larvicida): per i tombini su area pubblica anche per il 2017 l'Amministrazione comunale provvederà ad effettuare  i trattamenti.
I prodotti larvicidi sono in distribuzione gratuita presso l'Ufficio Relazioni con il Pubblico  e disponibili presso le farmacie.
Non basta usare una volta sola i larvicidi!
I trattamenti vanno ripetuti per tutta l’estate, fino ad ottobre!
La frequenza ed i modi d’impiego dipendono dal prodotto utilizzato.
Si consiglia di attenersi alle indicazioni riportate sull’etichetta.

Normativa di riferimento
Regolamento comunale d'igiene
Ordinanza comunale  relativa alla lotta contro la zanzara tigre (in allegato)
 



Ultimo aggiornamento: 14/07/17