Prima rata a novembre della Tariffa Corrispettiva Puntuale

Iren ha posticipato il pagamento della prima rata della “tassa rifiuti”, che dal primo di gennaio è diventata TCP, Tariffa Corrispettiva Puntuale.

La prima rata che arriverà sarà una fattura con scadenza 10 novembre. Poi ci sarà la seconda rata, come al solito, entro gennaio 2020.

Il ritardo “tecnico” è legato proprio ad evitare di dover fare un “doppio passaggio”: c’era il rischio di dover mandare una fattura – per il 2019 – e magari un F24 per pochi euro per il conguaglio del 2018 – quando ancora si era a regime “tassa”. Conguagli, sconti della raccolta in isola ecologica, agevolazioni: così arriverà tutto insieme.

A ottobre  arriverà, appunto, una fattura da pagare, non più un F24: si potrà quindi poi fare la domiciliazione bancaria, come una volta, e chi ne ha le caratteristiche potrà recuperare l’IVA nel modo opportuno.