Disposizioni urgenti in merito alla situazione epidemiologica

Considerato che la la situazione epidemiologica evidenzia ancora criticità a livello nazionale e locale sia in merito ai contagi che al numero di persone sottoposte alla quarantena, il Sindaco con l’Ordinanza n. 29 del 4 marzo 2021 ha emanato in sintesi, le seguenti disposizioni:

1. MASCHERINE
1. Ai sensi dell’art. 1, comma 2, del DPCM 2 marzo 2021, in considerazione della densità abitativa, nel centro abitato di Rubiera, come indicato negli strumenti urbanistici e nell’apposita segnaletica stradale, è sempre obbligatorio indossare il dispositivo di protezione delle vie respiratorie (mascherina) fatte salve le deroghe di cui al comma 3 del medesimo articolo. È obbligatorio smaltire correttamente guanti, mascherine ed ogni dispositivo individuale; il loro abbandono nell’ambiente – strade, parcheggi, carrelli della spesa – è particolarmente pericoloso.

2. IMPIANTI SPORTIVI ED AREE VERDI
1. Gli impianti sportivi comunali possono essere utilizzati solo in base alle disposizioni nazionali e regionali. Al gestore è demandata la vigilanza e l’attuazione di detti protocolli.
2. E’ sospeso l’accesso libero a tutti gli impianti sportivi comunali – compreso piste da calcetto, basket etc.- . Tali spazi possono essere concessi in uso solo a società sportive o altri soggetti che possano operare nel rispetto di norme e protocolli vigenti.
3. Le aree verdi possono essere concesse in uso gratuitamente, secondo i protocolli e le norme vigenti, a soggetti che organizzino attività motoria o altre iniziative, con autorizzazione del servizio competente

3. CASETTA DELL’ACQUA
1. E’ possibile accedere al distributore di acqua potabile (casetta dell’acqua) con la mascherina e rispettando le norme di distanziamento interpersonale di un metro.
2. E’ possibile, su indicazione del Servizio, la chiusura di uno o più erogatori al fine di facilitare il distanziamento tra le persone.
3. Le fontane pubbliche non a servizio dei campi di scorrazzamento cani, sono chiuse.

4. ATTESA
1. Le persone in attesa di accedere ai servizi ed agli esercizi commerciali devono disporsi in modo ordinato, rispettando il codice della strada, evitando di occupare la sede stradale e mantenendo la corretta distanza interpersonale di un metro. E’ sempre obbligatorio l’uso della mascherina in coda. 2. Le attività commerciali al dettaglio si svolgono a condizione che sia assicurato, oltre alla distanza interpersonale di almeno un metro, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato e che venga impedito di sostare all’interno dei locali più del tempo necessario all’acquisto dei beni.

5. TEMPERATURA
1. L’accesso a locali pubblici potrà essere subordinato alla misurazione della temperatura corporea e impedito a chi presenta una temperatura superiore al limite stabilito dalle norme vigenti.
2. La misurazione della temperatura è altresì fortemente raccomandata prima dell’accesso a strutture di vendita o a luoghi di lavoro nei quali sia possibile garantirla dal punto di vista logistico ed operativo.

6. GIOCHI
Considerato l’art. 20 del DPCM 2 marzo 2021, si introduce il divieto di svolgere giochi di qualsiasi tipo – carte, biliardo, biliardini, tombola etc. – nei locali aperti al pubblico.

7. CLAUSOLA ANTIASSEMBRAMENTO
1. Qualora si verificassero fenomeni di assembramento, segnalati dalla Polizia Locale o dalle Forze dell’Ordine, il Sindaco potrà disporre la chiusura di specifiche aree del territorio o ulteriori misure restrittive.

8. ISOLAMENTO E QUARANTENA
1. I soggetti con infezione respiratoriacaratterizzata da febbre (maggiore di 37,5°) devono rimanere presso il domicilio, contattando il proprio medico curante.
2. Coloro che hanno ricevuto comunicazione dal servizio dell’Ausl di collocarsi in isolamento o quarantena, devono rimanere presso il loro domicilio/abitazione per tutto il periodo indicato.

9. MISURE AGGIUNTIVE
1. Qualora siano in vigore disposizioni normative che limitino la circolazione della popolazione anche all’interno del territorio comunale, è obbligatorio osservare le seguenti prescrizioni:

1.1 i parchi e le aree verdi sono chiusi se non per il mero attraversamento, salvo specifiche autorizzazioni rilasciate dagli uffici competenti. Le aree di sgambamento cani, al fine di garantire il benessere animale, restano accessibili solo ad una persona per cane, garantendo il distanziamento dagli altri accompagnatori;

1.2 nell’area del centro abitato di Rubiera vige il divieto di stazionamento per le persone, se non per il tempo necessario ad accedere in modo ordinato e distanziato alle attività o ai servizi aperti.

1.3 gli uffici ed i servizi comunali effettueranno il ricevimento del pubblico esclusivamente su prenotazione, fatte salve le procedure urgenti che saranno definite dai relativi responsabili.

2. Qualora siano in vigore disposizioni normative che riguardino anche il territorio comunale e che inibiscano la somministrazione e la consumazione di cibi e di bevande in loco, gli esercenti devono provvedere a rendere non utilizzabili tavoli e sedute interne ed esterne.

 

Allegati