Contributi per la locazione anno 2013

Contributo per l’affitto

Al Bando possono partecipare i cittadini interessati ad un contributo per il pagamento dei canoni di locazione dovuti ai proprietari degli immobili, adibiti ad uso abitativo.
Il valore dell’I.S.E.E. (Indicatore della Situazione Economica Equivalente calcolato ai sensi del D.Lgs. n. 109/98 come modificato dal D.Lgs n. 130/2000 e DPCM n. 221/1999 così come modificato dal DPCM n. 242/2001) del nucleo familiare deve essere pari o inferiore a € 10.000,00;

REQUISITI DEL RICHIEDENTE E/O DEL SUO NUCLEO FAMILIARE
Può partecipare al Bando chi, alla data di presentazione della domanda, possiede i seguenti requisiti:
1. Cittadinanza:
– è cittadino italiano o di altro Stato membro dell’Unione Europea;
– è cittadino straniero e possiede la carta di soggiorno o il permesso di soggiorno di durata almeno annuale (ai sensi del D.Lgs. n. 286/98 e successive modifiche). In caso di permesso di soggiorno o carta di soggiorno scaduti è ammissibile la domanda di contributo qualora sia presentata ricevuta della richiesta di rinnovo;
2.  Residenza (riferita all’intero nucleo familiare):
– risiede nel comune di Rubiera, nell’alloggio oggetto del contratto di locazione.
3.  Titolarità di un contratto di locazione:
– è titolare di un contratto di locazione ad uso abitativo per un alloggio sito nel comune di Rubiera, regolarmente registrato o in corso di registrazione presso l’Agenzia delle Entrate;
– è titolare di un contratto di sublocazione tra il rappresentante legale dell’impresa ed il lavoratore dipendente, regolarmente registrato presso l’Ufficio del Registro o in corso di registrazione;
– è componente del nucleo ISEE del titolare del contratto di locazione o di sublocazione, ed è residente nel medesimo alloggio.
I contratti così detti “uso foresteria” non sono ammessi al contributo.
Nel caso di un contratto di locazione cointestato a due o più nuclei residenti nel medesimo alloggio, ciascuno dei cointestatari potrà presentare autonoma domanda per sé ed il suo nucleo, indicando la quota annuale di canone di sua spettanza.
4. Titolarità di un contratto di assegnazione in godimento di un alloggio di proprietà di Cooperativa a proprietà indivisa:
– è titolare di un contratto di assegnazione in godimento di un alloggio di proprietà di una cooperativa a proprietà indivisa, oppure è componente del nucleo ISEE del titolare del contratto di assegnazione ed è residente nel medesimo alloggio.
Condizioni necessarie:
a) la Cooperativa prevede, nel proprio statuto o in una apposita convenzione, un vincolo di inalienabilità ai soci del patrimonio residenziale indivisibile con l’obbligo, nel caso di cessazione o di cambiamento di attività, a devolvere gli immobili residenziali assoggettati a tale vincolo ad enti pubblici appositamente individuati da disposizioni normative di settore;
b) l’alloggio per il quale si richiede il contributo non è compreso in eventuali piani di cessione ai sensi dell’art. 18 della L. 179/92 e succ. modifiche, inoltre l’ammontare del canone non deve comprendere nessuna somma che possa costituire, per qualsiasi titolo, un credito per il socio assegnatario.
Queste condizioni devono essere certificate dal rappresentante legale della Cooperativa che ha assegnato  l’alloggio.
5. Non essere  assegnatario di un alloggio di edilizia residenziale pubblica (E.R.P.) né di proprietà comunale (riferito all’intero nucleo familiare):
Le seguenti condizioni NON sono causa di esclusione:
a) ha stipulato con il Comune un contratto di locazione ai sensi della L. n. 392/78 (equo canone), della L. n. 359/92 (patti in deroga) e della L. n. 431/98;
b) è titolare di una concessione amministrativa d’uso di un alloggio per il quale il Comune, o società o agenzie costituite a tale scopo dal Comune, ha a sua volta stipulato un contratto di locazione con un privato a condizione che il canone d’uso mensile sia almeno pari all’ammontare del canone di locazione corrisposto dal Comune al proprietario dell’alloggio.
L’esistenza delle condizioni indicate alla lett. b) deve essere certificata dal dirigente comunale competente oppure dal legale rappresentante della società o agenzia che ha assegnato l’alloggio.
6.Non essere titolare di diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su un alloggio situato in ambito REGIONALE (riferita all’intero nucleo familiare):
Può  comunque   presentare  domanda  chi:
a) è titolare di un diritto reale di “nuda proprietà”;
b) è titolare di un diritto reale su un alloggio per una quota non superiore al 50%;
c) è titolare di un diritto reale su più alloggi purché le quote singolarmente prese non siano superiori al 50%. In relazione ai punti a) e b) si precisa che la restante percentuale di proprietà non deve essere in capo ad un’altra persona del nucleo familiare del richiedente;
d) è titolare di un diritto reale su un alloggio accatastato presso l’Ufficio Tecnico Erariale come inagibile oppure dichiarato inagibile o inabitabile da un provvedimento comunale;
e) è titolare di un diritto reale su un immobile concesso in uso con “comodato gratuito” a parenti sino al terzo grado ed affini sino al secondo grado, non facenti parte del nucleo familiare del richiedente ai fini ISEE, purché essi siano residenti nell’alloggio stesso;
f) è titolare di un diritto reale su un immobile inadeguato alle esigenze del nucleo familiare; a tal fine si quantifica in mq 30 la superficie utile di un alloggio adeguato ad un nucleo familiare composto da due persone, ad essa aggiungendo mq  15 per ogni ulteriore componente. La superficie utile (calpestabile) deve essere calcolata al netto dei muri perimetrali e di quelli interni e si arrotonda al metro quadrato superiore.
7. Requisiti patrimoniali e reddituali (riferiti all’intero nucleo familiare definito ai fini ISEE):
Il reddito per partecipare al presente Bando viene desunto dalla attestazione I.S.E.E. (Indicatore della Situazione Economica Equivalente ) in corso di validità, rilasciata ai sensi D.Lgs. n. 109/98 così come modificato dal D.Lgs:n. 130/2000, nonché dal DPCM n. 221/1999 così come modificato dal DPCM n. 242/2001.
7.1 Il patrimonio mobiliare dichiarato ai fini ISEE (depositi e conti correnti bancari e postali, titoli di stato, obbligazioni, certificati di deposito e credito, buoni fruttiferi ed assimilati, azioni, partecipazioni azionarie e non azionarie, fondi di investimento, ai sensi del DPR 7/5/1999 n. 221, art. 3, comma 2) del nucleo familiare non può superare EURO 10.000,00 al lordo della franchigia prevista dalla normativa ISEE.
7.2 Il Valore I.S.E.E. (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) del nucleo familiare del richiedente deve essere pari o INFERIORE a € 10.000,00.
Ai  fini  del  presente  bando   non  sono  efficaci:
a) eventuali nuove attestazioni ISEE, in seguito alla scadenza della precedente attestazione, presentate in data posteriore al termine di chiusura del bando c omunale;
b) eventuali nuove attestazioni ISEE, in seguito a mutamenti nelle condizioni familiari ed economiche, presentate posteriormente al termine di chiusura del bando comunale.

COME PRESENTARE LA DOMANDA
I cittadini interessati ad ottenere il contributo devono compilare i moduli predisposti dal Comune di Rubiera reperibili presso:
• l’URP (Ufficio Relazioni con il Pubblico) del Comune di Rubiera, Piazza Garibaldi, 3/A, aperto al pubblico nei seguenti giorni ed orari: dal lunedì al sabato dalle ore 8.30 alle ore 13.00 – il martedì e venerdì pomeriggio dalle ore 15.00 alle ore 18.00 – tel. 0522/622209 oppure 0522/622202.
• direttametne scaricabile da questa pagina.
I termini per la presentazione della domanda sono: dal 05/12/2013 fino al 20/01/2014
La domanda può essere presentata, entro la scadenza, mediante una delle seguenti modalità:
– direttamente all’URP (Ufficio Relazioni con il Pubblico) del Comune di Rubiera, Piazza Garibaldi, 3/A, aperto al pubblico nei seguenti giorni ed orari: dal lunedì al sabato dalle ore 8.30 alle ore 13.00 – il martedì e venerdì pomeriggio dalle ore 15.00 alle ore 18.00 – tel. 0522/622209 oppure 0522/622202.
– Via Fax inviando la domanda al n. 0522/628978
– per posta a mezzo di raccomandata A/R indirizzata a Comune di Rubiera, Sportello Sociale, Via Emilia Est, 5, 42048 Rubiera (RE).
Nel caso di domande inviate per posta la data di spedizione della domanda è stabilita e comprovata dal timbro dell’ufficio postale accettante: farà fede il timbro  postale.
Il Comune di Rubiera non è responsabile per l’eventuale dispersione delle domande, per l’indicazione inesatta del destinatario da parte del richiedente o per disguidi postali o comunque imputabili a terzi, a caso fortuito o a forza maggiore.
In caso di invio per posta, per fax, oppure tramite altra persona è necessario allegare la fotocopia del documento di identità del sottoscrittore.
SARANNO ESCLUSE dal beneficio le domande pervenute oltre il termine di scadenza del Bando.

DOCUMENTI DA ALLEGARE ALLA DOMANDA
Alla domanda devono essere allegati:
· fotocopia dell’ultima ricevuta di pagamento dell’affitto contenente i dati del locatore e del conduttore oppure altra documentazione idonea a documentare il pagamento dell’affitto;
· fotocopia del contratto di locazione riportante gli estremi di registrazione presso l’Agenzia delle Entrate o copia della richiesta di registrazione: qualora la titolarità del contratto sia dovuta ad un subentro occorre allegare il documento che dà diritto al subentro (es: provvedimento relativo a separazione consensuale o giudiziale);
· fotocopia dell’ultimo versamento della tassa di registrazione del contratto di locazione;
· in caso di titolarità di un contratto di assegnazione in godimento di un alloggio di proprietà di una cooperativa a proprietà indivisa, dichiarazione del rappresentante legale della cooperativa assegnante che comprovi la sussistenza delle condizioni di cui alle lett. a ) e b) del punto 4) e della delibera di assegnazione in godimento dell’alloggio, nonché del corrispettivo di godimento dovuto;
· in caso di titolarità, nel corso del 2013, di un precedente contratto di locazione o di assegnazione in godimento di un alloggio diverso da quello per il quale è stata presentata la domanda, purchè ubicato nel comune di Rubiera, fotocopia del contratto di locazione o della dichiarazione del rappresentante legale della cooperativa assegnante e fotocopia dell’ultima ricevuta di pagamento dell’affitto;
· fotocopia del permesso di soggiorno o della carta di soggiorno, e se è il caso, fotocopia della ricevuta di richiesta di rinnovo;
· fotocopia del documento di identità (se la domanda viene presentata, per posta, per fax, o da persona diversa dal richiedente).