Contributi per la locazione anno 2015

DESTINATARI E REQUISITI
Sono ammessi a beneficiare dei contributi i cittadini che, alla data della presentazione della domanda, sono in possesso dei seguenti requisiti:

1. Cittadinanza:

  • Cittadinanza italiana
    oppure
  • Cittadinanza di uno Stato appartenente all’Unione Europea
    oppure
  • Cittadinanza di uno Stato non appartenente all’Unione Europea con permesso di soggiorno di durata non inferiore a un anno o permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo (ex carta di soggiorno);

2. Residenza nell’alloggio oggetto del contratto di locazione o dell’assegnazione nei comuni di Scandiano – Castellarano – Casalgrande – Rubiera – Viano e Baiso;
3. Titolarità
Titolarità di un contratto di locazione ad uso abitativo nel comune di residenza, con esclusione delle categorie catastali A/1, A/8, A/9, redatto ai sensi dell’ordinamento vigente al momento della stipula e regolarmente registrato. In caso di contratto in corso di registrazione presso l’Agenzia delle Entrate, sono ammessi a contributo i contratti con la relativa imposta pagata;
oppure
titolarità di un contratto di assegnazione in godimento di un alloggio di proprietà di Cooperativa con esclusione della clausola della proprietà differita. La sussistenza delle predette condizioni deve essere certificata dal rappresentante legale della Cooperativa assegnante;
oppure
a) assegnazione di un alloggio comunale alle seguenti condizioni: a) contratto stipulato ai sensi della Legge n. 431/98, della Legge n. 392/78 (“equo canone”) e dalla Legge n. 359/1992 (“patti in deroga”);
b) titolarità di una concessione amministrativa d’uso di un alloggio acquisito in locazione sul mercato privato dal comune oppure da società o agenzie appositamente costituite a questo scopo dal comune stesso a condizione che il canone d’uso mensile sia almeno pari all’ammontare del canone di locazione corrisposto al proprietario dell’alloggio dal comune oppure dalle società o agenzie di cui sopra. La sussistenza delle predette condizioni deve essere certificata dal dirigente comunale competente oppure dal legale rappresentante della società o agenzia assegnante.
4. Valore ISEE del nucleo famigliare non superiore a € 17.154,30. Il valore ISEE da prendere in considerazione è quello così detto “ordinario” per le prestazioni sociali agevolate con scadenza 15/01/2016.

CASI DI ESCLUSIONE DAL CONTRIBUTO
Sono causa di esclusione dal contributo le seguenti condizioni del nucleo famigliare ISEE:

  • assegnazione di un alloggio di Edilizia Residenziale Pubblica;
  • titolarità di una quota superiore al 50% di diritto di proprietà, usufrutto, uso o abitazione sul medesimo alloggio ubicato in ambito nazionale e adeguato alle esigenze del nucleo familiare ai sensi del D.M. 5 luglio 1975.
  • essere beneficiario nell’anno 2015 di un contributo per l’”emergenza abitativa”: deliberazioni della Giunta regionale n. 2051/2011, n. 817/2012 e 1709/2013;
  • essere beneficiario nell’anno 2015 di un contributo del Fondo per la “morosità incolpevole” di cui all’art. 6, comma 5, del D.L. 31/07/2013, n. 102 convertito con Legge del 28/10/2013, n. 124;
  • essere beneficiario nell’anno 2015 di contributo relativo ai soggetti di cui alla legge n. 9/2007, articolo 1, comma 1.
    Le seguenti condizioni non sono causa di esclusione dal contributo:
  • la titolarità dei diritti sopraindicati, nel caso in cui l’alloggio su cui si vanta il diritto risulti inagibile da certificato rilasciato dal Comune. Il proprietario dell’alloggio dichiarato inagibile è tenuto a comunicare tempestivamente al Comune l’avvenuta rimessione in pristino del medesimo alloggio;
  • la nuda proprietà di un alloggio, anche al 100%;
  • il diritto di proprietà su un alloggio oggetto di procedura di pignoramento, a decorrere dalla data di notifica del provvedimento di rilascio dell’alloggio emesso dal Giudice dell’Esecuzione ai sensi dell’art. 560, comma 3, c.p.c.;
  • il diritto di proprietà sull’alloggio assegnato al coniuge per effetto di sentenza di separazione giudiziale o di accordo omologato in caso di separazione consensuale o in base ad altro accordo ai sensi della normativa vigente in materia. In caso di cessazione della convivenza more uxorio il diritto di proprietà su un alloggio non preclude l’accesso al contributo qualora l’alloggio di proprietà rimanga nella disponibilità dell’ex convivente e ciò risulti almeno da scrittura privata autenticata intercorsa tra le parti;

MODALITA’ DI RICHIESTA
La domanda, da compilarsi su apposito modulo scaricabile da questa pagina,  può essere presentata da un componente il nucleo ISEE maggiorenne, anche non intestatario del contratto di locazione, purché residente nel medesimo alloggio oggetto del contratto di locazione. Nel caso di più contratti stipulati nel corso dell’anno 2015 può essere presentata una sola domanda. I requisiti per l’accesso e la situazione economica del nucleo familiare sono comprovati con autocertificazione.

Alla domanda devono essere allegate, a pena di inammissibilità della stessa e conseguente esclusione:

  • una fotocopia non autenticata di un documento di identità valido del richiedente;
  • per i cittadini di Stato non aderente all’Unione Europea: una fotocopia non autenticata del permesso di soggiorno di durata non inferiore a un anno o permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo (ex carta di soggiorno);
  • copia del contratto di locazione.

FACOLTATIVO per facilitare la compilazione della domanda

  • copia dell’attestazione ISEE con allegata DSU ( Dichiarazione Sostitutiva Unica )

DOVE RIVOLGERSI
Ufficio Assistenza – Servizi Sociali – Piano terra Palazzo Municipale
Via Emilia Est n. 5,
consegna a mano senza appuntamento – dal lunedì al sabato dalle ore 10.30 alle ore 13.00
oppure invio attraverso: PEC: rubiera@postecert.it  oppure mail: assistenza@comune.rubiera.re.it