L’Emilia e una notte

L’Emilia e una notte, rassegna estiva ideata e promossa da La Corte Ospitale che si svolge tradizionalmente nei mesi di giugno e luglio nel Chiostro dell’Ospitale di Rubiera, è da sempre un’occasione preziosa per condividere con i cittadini di Rubiera e del territorio circostante lo spazio del centro teatrale, luogo privilegiato di progettualità e creazione, e per permettere così l’incontro diretto con gli artisti all’interno di una cornice magica, ancor più suggestiva nelle sere d’estate.

L’edizione estiva 2022 inizia sabato 28 e domenica 29 maggio con un’anteprima di quattro appuntamenti dedicati a grandi e piccoli per scoprire insieme la poesia e la comicità del teatro circo.

Sabato 28 maggio

ore 18 e ore 21, il Teatro nelle Foglie accoglie il pubblico nel suo chapiteau per due repliche de La dolce follia con Maldimar & El Niño del Retrete. Uno spettacolo di acrobazie per aria e per terra, giocoleria con palline di ogni dimensione, tango e comicità che saprà conquistare il cuore del pubblico. Un’acrobata aerea e un clown che coinvolgeranno ed emozioneranno il pubblico di adulti e bambini.

Domenica 29 maggio

ore 18 , Chiostro della Corte Ospitale
Nanirossi Show della Compagnia Nanirossi, uno spettacolo “tout public” dai caratteri tipici dell’arte di strada. Nanirossi show porta una ventata di aria fresca al repertorio del teatro di strada italiano, qualcosa di mai visto prima: un cavallo di battaglia e un manifesto di identità e di qualità. Un virtuosismo acrobatico e tecnico eseguito con leggerezza e con uno spirito comico infallibile ed elegante che saprà creare comunità e coinvolgere il pubblico.

ore 21, piazzale esterno della Corte Ospitale
Igniferi di Teatro nelle Foglie con Lucie Vendlova, regia di Anton Lumi Bonura (Il Drago bianco), costume e attrezzatura Lucie Vendlova. Uno spettacolo visivo e scenografico, una storia raccontata senza parole che inizia con una piccola fiamma, accesa da un soffio e prosegue, viaggia in una celebrazione esplosiva, espandendo il fuoco ardente ed incantevole. Igniferi è un personaggio immaginario, quasi ancestrale. Una donna misteriosa, una guerriera tagliente, sempre pronta a combattere per proteggere il mondo di fronte alle forze oscure. Igniferi si relaziona con le fiamme vive e libere. Dà loro vita, danza e parla con esse e le fiamme le rispondono con l’autentica potenza dell’elemento del fuoco.
A seguire Concertino sotto le stelle con Marco Meneghel: musica dal vivo con pianoforte, fisarmonica e chitarra manouche.

Dopo l’anteprima del 28 e 29 maggio, L’Emilia e una notte entra nel vivo con quattro appuntamenti programmati nel Chiostro della Corte Ospitale

Martedì 7 giugno 
ore 21.30, Chiostro della Corte Ospitale
Tony Clifton Circus presenta Rubbish Rabbit da un’idea di Nicola Danesi de Luca e Iacopo Fulgi. Uno spettacolo anarchico, un frenetico gioco in cui parole e azioni si rincorrono in una corsa a perdifiato, per lo spettatore un susseguirsi implacabile di risate e tensione. Come bambini sfrenati, gli irriverenti clown di questo “Circo dell’Anomalia” sembrano usare la risata come grimaldello per giungere al centro del discorso. Il pubblico, grazie al potere catartico della comicità, diviene progressivamente complice di un vero e proprio esperimento di estremismo comico, nel quale, accanto a provocazioni verbali e azioni apparentemente assurde, sta il vero scopo di questo spettacolo: la destrutturazione delle opinioni e dei giudizi comuni.

Sabato 18 giugno
ore 21.30, Chiostro della Corte Ospitale
Radio Ghetto. Voci libere, drammaturgia Collettivo Radio Ghetto, spettacolo in cuffia per un massimo di 80 spettatori. Il progetto teatrale Radio Ghetto. Voci libere, nasce per mettere in scena, in una modalità performativa, l’archivio e l’esperienza della radio partecipata – Radio Ghetto appunto – vissuta dai volontari all’interno dei ghetti dei braccianti agricoli del foggiano durante i mesi estivi. Lo spettacolo apre un dialogo tra racconto e tracce audio diventando esplorazione sonora; un modo per “performare l’archivio” raccolto in anni di presenza nei ghetti, fatto di schegge, di storie, conversazioni, rumori ambientali, musiche.

Lunedì 23 giugno
ore 21.30
Stupida Show! (Capitolo 1 – Cattivi pensieri), una coproduzione Corte Ospitale, di ritorno dal debutto al prestigioso Festival di Napoli: uno spettacolo di Carrozzeria Orfeo con Beatrice Schiros. In scena la Schiros sarà̀ una cinquantenne sola e in guerra con la vita, alle prese con un corpo in declino, un’affettività̀ traballante e sogni irrealizzabili ma in grado di trasformare le sue ferite e i fallimenti in una comicità̀ travolgente spinta verso l’inconfessabile dove il destinatario del suo dialettico atto terroristico sarà̀ il suo primo avversario naturale: l’amore. Un monologo di stand up comedy per cuori coraggiosi. Spettacolo non adatto ad un pubblico di età inferiore ai 14 anni.

Venerdì 29 luglio
ore 21.30, Chiostro della Corte Ospitale
Calcinacci, di e con Claudio Larena, progetto selezionato Poweredbyref 2020 di RomaeuropaFestival , una riflessione sull’atteggiamento e sulla relazione di un giovane operario alle prese con la rasatura di un muro. Un dialogo con la materia, in cui l’operario vigile, rispetta regole che si tramutano in gesti e in azioni, in partiture meccaniche e risolute che non possono avvenire se non in quel quadrato di telo protettivo posto davanti alla parete. Il muro diventa luogo dello sporco, della polvere e allo stesso tempo della disciplina, è uno specchio che non riflette, è una possibilità, non è un limite, è un lavoro e una relazione concreta che non può mutare. Davanti a lui l’operaio che vediamo lavorare in modo asettico e preciso, appena si stacca dal muro o si volta dandogli le spalle pronto a raccontarsi, si pietrifica, mette tutto in discussione, si contraddice, ha paura di definirsi felice e risolto. A seguire Claudio Larena apre al pubblico la sala prove del suo nuovo lavoro LENA, progetto selezionato bando ERetici_ le strade dei teatri, Centro di Residenza Emilia-Romagna ::: L’Arboreto Teatro Dimora, La Corte Ospitale.

Sabato 9 e domenica 10 luglio
Giornate conclusive di Forever Young bando ideato e promosso da La Corte Ospitale a sostegno delle giovani istanze creative. Cinque spettacoli di giovani compagnie italiane a cui si aggiunge uno spettacolo di una compagnia francese: in scena Corps Citoyen, Drogheria Rebelot, Maragoni/Fettarappa/Vila, Putéca Celidònia, Rossi/ Fiore. Fuori concorso verrà presentato lo spettacolo della compagnia Constance de Saint Remy e Camille de Sablet vincitrice del bando Premisses. Forever Young è il progetto residenziale per compagnie teatrali under 35 e/o emergenti ideato e promosso dalla Corte Ospitale, realizzato con il contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Regione Emilia-Romagna. Con Forever Young La Corte Ospitale offre a una selezione di compagnie una residenza presso gli spazi del centro e una replica all’interno del festival estivo. Al termine delle due giornate di spettacolo la commissione, composta da Giulia Guerra, Claudia Cannella, Carlo Mangolini, Fabio Masi, Giulia Delli Santi, Gilberto Santin, Fabio Biondi e Maura Teofili decreterà il progetto vincitore a cui sarà riconosciuto un contributo economico.

Durante le giornate dedicate a Forever Young sarà presente nel Chiostro della Corte Ospitale una nuova produzione della nostra Associazione: Chiamami, telefonata per singolo spettatore di e con Annamaria Troisi: performance in cui l’attrice, all’interno di una struttura di vetro, attende la chiamata dell’amat* sotto lo sguardo attento e curioso dei presenti che dall’esterno, se non le telefonano, possono solo vedere e spiare cosa sta accadendo.
Il pubblico partecipa attivamente in un gioco a due dove ci si sente coinvolti in prima persona, dove lo scambio di battute, respiri e sguardi è fondamentale e inevitabile e dove lo spettatore si sente libero di partecipare come meglio crede.
Il dialogo della telefonata prende spunto da La Voce Umana di Jean Cocteau e dalle poesie di Marta Bardazzi, ma nel corso della stessa la performer dà vita ad un’improvvisazione con lo spettatore, rendendo ogni telefonata diversa dalle altre.

Biglietteria: 28 maggio La Dolce Follia / 29 maggio Nanirossi Show, Igniferi e Concertino sotto le stelle – Anteprima L’Emilia e una notte: intero € 8, Ridotto under 18 € 5
7 giugno Rubbish Rabbit / 18 giugno Radio Ghetto / 23 giugno Stupida Show!/ 29 giugno Calcinacci e Lena: intero € 10, ridotto under 25, over 65, soci ARCI, soci COOP € 8, ridotto Carta DOC (docenti dell’Emilia Romagna) e studenti universitari di Modena e Reggio Emilia (UniMoRe) € 5
Abbonamento Summer a tutti gli spettacoli € 30 (comprende gli appuntamenti del 7, 18, 23 e 29 giugno 2022 e l’ingresso alla prova aperta del 29 giugno)
Forever Young 9 e 10 luglio: biglietto posto unico € 5, abbonamento a tutti gli spettacoli del Festival € 20
Chiamami 9 e 10 luglio: biglietto posto unico € 5 con prenotazione obbligatoria
È possibile prenotare telefonicamente i biglietti al numero 0522621133 o via email all’indirizzo biglietteria@corteospitale.org dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 17, WhatsApp 3282911077
Biglietti in vendita da mercoledì 18 maggio 2022 su www.vivaticket.it.

La biglietteria è aperta a partire da un’ora prima degli spettacoli.
La Corte Ospitale è in via Fontana 2, Rubiera.
Per ogni ulteriore informazione e approfondimento:www.corteospitale.org
Ogni sera di spettacolo all’interno del Chiostro sarà attivo un servizio bar.
Il pubblico è invitato ad adottare comportamenti responsabili nel rispetto delle linee guida di contenimento della diffusione del Covid-19.