Cambio intestazione pratica edilizia

Il cambiamento del Titolare del diritto ad intervenire di un immobile o di un’area oggetto di un titolo abilitativo, a seguito di compravendita, successione, fusione societaria o altro, deve essere comunicato al Comune.

Descrizione
L’istanza deve essere firmata dal nuovo proprietario e per assenso dall’intestatario originale del titolo abilitativo, deve essere consegnata all’Ufficio Tecnico nelle giornate di apertura al pubblico (lunedì, mecoledì ore 10,30 – 13; sabato ore 9 – 13) o in alternativa direttamente all’Ufficio Protocollo del comune, aperto tutte le mattine dalle ore 9 alle ore 13.
L’istanza, anche in funzione delle responsabilità del titolare del titolo abilitativo, deve essere presentata immediatamente dopo l’avvenuta modifica della titolarità del diritto reale sull’immobile oggetto di intervento, a meno che l’atto di compravendita preveda la continuazione delle responsabilità previste dalla normativa nei confronti del titolare del titolo abilitativo, a carico del soggetto iniziale.
Nel caso di cambio intestazione di Permesso di Costruire (Pdc) il Comune rilascia l’atto di voltura del titolo abilitativo.
Nel caso di cambio intestazione di Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) il Comune si limita a prendere atto dell’avvenuto cambio della titolarità dell’istanza iniziale e non provvede a rilasciare alcun atto successivo.

Documentazione
Alla richiesta di Cambio Intestazione vanno allegati (a pena di irricevibilità della stessa):
· Il titolo attestante la proprietà dell’immobile o dell’area (rogito o autocertificazione riportante i dati di riferimento dell’atto notarile (data di stipula, notaio))
· Nuova polizza fideiussoria o voltura della polizza atta a garantire il pagamento rateizzato del contributo di costruzione (solo in caso di Permesso di Costruire/Concessione Edilizia/Denuncia Inizio Attività con ONERI e CONTRIBUTI CONCESSORI).

Costo
In caso di istanza riferita a Permesso di Costruire per la quale è previsto il rilascio di un atto, la stessa è da presentare con marca da bollo del valore corrente allegando attestazione versamento dei Diritti di Segreteria, dell’importo di €. 32,00, da effettuare con le modalità previste e specificando nella causale “D.S. per voltura”; il ritiro sarà assoggettato alla apposizione sull’atto di voltura di marca da bollo del valore corrente.
In caso di istanza riferita a SCIA non è previsto alcun costo, nemmeno la apposizione della marca da bollo, in quanto trattasi di semplice comunicazione e non di domanda vera e propria.

Normativa
LEGGE REGIONALE N. 31 del 25/11/2002 (art. 6)

Modello
non predisposto