Scuola d’Infanzia Albero Azzurro

La scuola comunale dell’infanzia è suddivisa in tre sezioni con gruppi omogenei per età ed ospita complessivamente 78 bambini/e residenti nel Comune di Rubiera in età compresa tra i 3 e i 6 anni.
Di norma ogni sezione prevede un massimo di 26 bambini iscritti.
Il rapporto numerico Educatore/Bambini all’interno di ogni sezione è definito dalla legislazione regionale in materia. L’attività educativa inizia il primo settembre e termina il 30 di giugno.
L’Amministrazione Comunale, attivando opportune forme di consultazione dei soggetti interessati, stabilisce annualmente il calendario, prevedendo le sospensioni obbligatorie per contratto ed infine definendo le modalità di scaglionamento degli inserimenti dei bambini.
Nel mese di luglio, previa verifica delle richieste, entra in funzione il tempo estivo, servizio rivolto solamente alle famiglie che ne certificano l’effettiva necessità e per un numero limitato di bambini da definirsi anno per anno in rapporto alle disponibilità degli spazi e al numero delle richieste.
La scuola  è in funzione 5 giorni alla settimana, dal lunedì al venerdì.
L’orario normale di funzionamento è dalle 7:30 alle 15:45.
Tempo lungo
Dalle 15:45 alle 18:30 entra in funzione il servizio di tempo lungo : le domande si presentano dall’1 al 30 giugno 2020 esclusivamente via mail inviando il modulo di richiesta compilato  a scuola@comune.rubiera.re.it
Il servizio, soggetto ad una retta supplementare, è concesso nei limiti dei posti disponibili alle famiglie che ne hanno necessità secondo una graduatoria elaborata dall’ufficio scuola a fronte delle domande pervenute.
Le domande vengono valutate secondo “i criteri di valutazione”  ai quali corrispondono punteggi diversificati, finalizzati alla formazione di una graduatoria di priorità per l’accesso al servizio. Per definire il punteggio di ciascuna domanda viene valutata la situazione del nucleo familiare. Particolare rilevanza assumono le situazioni lavorative dei genitori, il numero dei figli, le problematiche di salute, le situazioni di disagio e di difficoltà sociale. Le dichiarazioni riguardanti i nonni saranno utilizzate solo in caso di parità di punteggio. Il reddito del nucleo familiare non è richiesto e non è valutato ai fini della graduatoria, ma solo per la definizione delle rette.
Le domande presentate successivamente ai termini di apertura del bando  verranno collocate in coda alla graduatoria.
Da questa lista d’attesa aggiuntiva si attingeranno i nominativi in caso di disponibilità di posti, solo dopo aver esaurito le domande pervenute entro i termini prestabiliti. Si accettano domande giunte fuori termine per tutta la durata dell’anno scolastico.
Si accettono domande di residenti fuori Comune ma i bambini potranno essere accolti, su posti liberi, solo ed esclusivamente nel caso non vi sia alcuna richiesta di utenti residenti in lista d’attesa, nè all’interno della graduatoria, nè pervenute fuori termine.
DOCUMENTAZIONE OCCORRENTE
Non è necessario presentare alcun documento ad eccezione di quelli riguardanti particolari condizioni di salute: certificati sanitari non possono essere sostituti da autodichiarazioni.

CONTROLLI E SANZIONI
La legge sull’autocertificazione prevede:
– l’obbligo per il Comune di eseguire controlli, per cui gli uffici potranno richiedere la produzione di documenti a conferma di quanto da voi dichiarato;
– l’obbligo di applicare sanzioni se risultasse falso ciò che avete dichiarato: non ammissione al servizio e denuncia penale.
Nel caso in cui le informazioni fornite nella domanda di iscrizione non siano esaurienti, il Comune si riserva il diritto di svolgere accertamenti avvalendosi delle strutture competenti (assistenti sociali, polizia municipale, ecc.).

COSTI
Le famiglie concorrono alla copertura delle spese di gestione pagando una retta differenziata in proporzione alla situazione economica della famiglia risultante dall’attestazione  I.S.E.E. (il così detto redditometro).
La presentazione dell’ISEE è facoltativa, pertanto, chi intende usufruire di agevolazioni è tenuto a comunicare la sottoscrizione dell’ISEE allì’ufficio scuola entro il mese di settembre.
Le attestazioni ISEE sottoscritte nel 2018 verranno considerate valide fino al termine dell’anno scolastico 2018/2019. Resta comunque la possibilità per il cittadino, qualora lo ritenga più vantaggioso, di rinovare l’ISEE già dal 15 gennaio 2019 avendo cura di darne comunicazione dell’ufficio scuola.
La retta mensile è suddivisa in
– quota fissa mensile (utenze, ammortamenti, manutenzione, costo del personale, servizio di distribuzione pasti)
– un costo per ogni pasto consumato (spese vive).
Le quote sono collegate (la quota mensile è propedeutica alla preparazione dei pasti) e connesse unicamente alle spese di refezione scolastica.
La retta viene calcolata dal mese di settembre (o dal mese di iscrizione in caso di iscrizione ad anno iniziato) indipendentemente dalla frequenza effettiva e comprende la consumazione dei pasti.
La retta per la refezione scolastica è calcolata  mensilmente in base al numero di pasti consumati e recapitata alle famiglie tramite bollettino.
Le rette di accesso ai servizi relative ai non residenti sono equiparate a quelle dei residenti.
Le rette vengono addebitate dal mese di settembre (o dal mese di iscrizione, in caso di iscrizione ad anno iniziato) indipendentemente dalla frequenza effettiva.
Accedi alla pagina dedicata per le  modalità di pagamento del bollettino.
E’ possibile di seguito visionare le rette in vigore.
NOTA BENE
A chi  non rispetta l’orario di uscita stabilito viene addebitata una quota fissa giornaliera di € 6,19
TEMPI DI RISPOSTA
A marzo/aprile verrà esposta la graduatoria provvisoria e entro il mese di maggio/giugno quella definitiva. Ad ogni famiglia viene comunque inviata comunicazione scritta indicante il punteggio attribuito e la posizione provvisoria all’interno della graduatoria.
I genitori hanno tempo 15 giorni dalla pubblicazione della graduatoria provvisoria per presentare ricorso ai fini di un’eventuale rivalutazione del punteggio.
Questo avviene solo nel caso in cui siano cambiate le situazioni dichiarate che devono essere debitamente documentate.
I genitori dei bambini ammessi devono confermare per iscritto, tramite apposito modulo, l’accettazione del posto entro i termini indicati  impegnandosi in tal modo al pagamento della retta relativa al mese di settembre.
Qualora la conferma non giunga entro tale termine si dichiara dimesso d’ufficio il bambino e si colloca la domanda all’ultimo posto della graduatoria, in lista d’attesa.
RITIRI
Qualora le famiglie non siano più interessate a usufruire dei servizi per l’infanzia devono presentare all’ufficio scuola una richiesta scritta di ritiro anche nel caso che il bambino non abbia ancora cominciato la frequenza.
Nel caso in cui il ritiro avvenga a servizio già avviato la retta dovrà essere corrisposta fino al mese dell’avvenuta comunicazione scritta della rinuncia.
Le segnalazioni verbali alle insegnanti o agli uffici non comportano la sospensione dei pagamenti.
Non è ammesso il ritiro nell’ultimo bimestre maggio-giugno, salvo gravi motivi di salute del bambino (debitamente documentati) o cambi di residenza.
Queste disposizioni sono valide anche per il tempo lungo e il tempo estivo.
RECAPITO STRUTTURA
Via Prampolini 22
Tel.0522 / 620957