Dichiarazione variazione IMU

DICHIARAZIONE I.M.U.

A seguito dell’emanazione del Decreto Semplificazioni n. 73/2022 pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 21.06.2022 il termine per la presentazione della dichiarazione IMU 2021 è differito al 31 dicembre 2022. La proroga è contenuta nel comma 4 dell’articolo 35 del suddetto decreto, riguarda esclusivamente la dichiarazione IMU 2021, e ha impatto immediato perché il termine ordinario è il 30 giugno. In pratica coloro che hanno immobili su cui sono intervenute modifiche che richiedono la presentazione della dichiarazione IMU, quest’anno hanno tempo fino al 31 dicembre per presentarla.

OBBLIGO DICHIARATIVO:
I soggetti passivi tenuti a presentare la dichiarazione IMU devono adempiere a tale obbligo entro il 30/6 dell’anno successivo a quello in cui sono intervenute delle variazioni che rilevano ai fini della determinazione dell’I.M.U. (comma 769, Legge 160/2019).
La dichiarazione ha effetto anche per gli anni successivi, sempre che non si verifichino modificazioni dei dati ed elementi dichiarati cui consegua un diverso ammontare dell’imposta dovuta. Restano ferme le dichiarazioni presentate ai fini dell’IMU e del tributo per i servizi indivisibili, in quanto compatibili.
Per gli anni 2018 e 2019 la scadenza della dichiarazione IMU è stata stabilita al 31 dicembre dell’anno successivo (Art. 3-ter, Decreto-Legge 30 aprile 2019, n. 34 – Decreto Crescita).
L’obbligo dichiarativo deve essere soddisfatto utilizzando il modello  approvato con il Decreto ministeriale del 30/10/2012, pubblicato sulla G.U. n.258 del 05/11/2012, che disciplina anche  i casi in cui deve essere presentata la dichiarazione stessa e i casi in cui l’obbligo non sussiste, in attesa che il Ministero approvi il nuovo modello di dichiarazione.

CHIARIMENTI IN MERITO ALL’OBBLIGO DICHIARATIVO NEL CASO DI ESENZIONI DA COVID-19:
Il MEF, Ministero delle Finanze, ha fornito chiarimenti in merito alla dichiarazione IMU nel caso di esenzione da Covid-19, precisando che i soggetti esonerati dal versamento dell’imposta municipale propria in base ai vari decreti connessi all’emergenza COVID-19 sono obbligati a presentare la dichiarazione.
In risposta ad una FAQ il MEF ha infatti chiarito che la dichiarazione IMU deve essere presentata ogni qualvolta “si verifichino modificazioni dei dati ed elementi dichiarati cui consegua un diverso ammontare dell’imposta dovuta” (art 1 comma 769 Legge n. 160 del 2019) e comunque in tutti i casi in cui il Comune non è a conoscenza delle informazioni utili per verificare il corretto adempimento dell’imposta, come nelle ipotesi delle esenzioni previste in relazione all’emergenza epidemiologica da Covid-19.
Pertanto, i soggetti passivi, anche in quest’ultimo caso, dovranno presentare la dichiarazione entro il 30 giugno barrando la casella “Esenzioni.
Al contrario, non sarà necessario inoltrare la dichiarazione nel momento in cui l’esenzione decadrà.

TRASMISSIONE DICHIARAZIONE:
La dichiarazione IMU deve essere consegnata direttamente al Comune, previo appuntamento, telefonando allo 0522/622268-67. Può essere anche spedita in busta chiusa, mediante raccomandata senza ricevuta di ritorno, all’Ufficio Tributi del Comune, riportando sulla busta la dicitura “Dichiarazione IMU”, con l’indicazione dell’anno di riferimento.
Inoltre, la dichiarazione può essere inviata telematicamente con posta certificata all’indirizzo PEC comune.rubiera@postecert.it